Beautè Altamura
martedì 4 Ottobre 2022

Al via la seconda ondata di CALDO AFRICANO

La tregua è già finita. La breve estate mediterranea del week-end sta per cedere il testimone alla canicola africana. Da lunedì 28 giugno masse d’aria roventi provenienti dall’entroterra algerino si rimetteranno in marcia alla conquista del Mediterraneo, del Sud Italia ed Isole in particolare. La colpa è di una depressione presente sul Golfo di Biscaglia, tra Francia e Spagna, che spinge l’anticiclone subtropicale alle nostre latitudini con il suo carico di sabbia ed umidità. E temperature over 40°c. Si ripeterà il copione atmosferico della settimana appena passata, l’apice del caldo si raggiungerà tra martedì e mercoledì con termiche da canicola nuovamente oltre i 40-42°c sulle zone interne del foggiano, della bat, altopiano murgiano e materano. Da giovedì il caldo dovrebbe allentare la morsa con l’arrivo di venti più freschi di maestrale.

Le temperature previste per martedì 29 giugno con punte di 41-42°c

Prepariamoci, dunque, ad un inizio di settimana con cieli lattiginosi, resi opachi dal pulviscolo di sabbia in sospensione e da un aumento del tasso di umidità nell’aria con conseguente ritorno dell’afa. Un fine giugno con tramonti grigio sabbia su Puglia e Basilicata, caldo torrido e disagi fisici dovuti all’afa. Ricordiamo l’assenza cronica delle precipitazioni, non piove ormai da quasi due mesi. E quando si somma la siccità persistente con il caldo insopportabile, non è più un piacere per l’estate, si parla di maltempo da calura. Totale arsura.

PREVISIONI PER LUNEDì 28 GIUGNO

Al mattino cielo sereno o poco nuvoloso con una ventilazione occidentale in graduale attenuazione. Nel pomeriggio inizierà a farsi sentire la zampata africana con rapido aumento delle temperature fino a punte di 36-38°c sul foggiano ed ofantino e 35-37°c sulle Murge e colline materane. Lungo la costa il rialzo termico sarà più contenuto ma in compenso aumenterà l’afa. Alla sera generali condizioni di bel tempo ovunque con temperature comprese tra 24 e 27°c.

A cura di Michele Ceglia