Beautè Altamura
venerdì 2 Dicembre 2022

ADDIO caldo estivo: in arrivo week-end autunnale con FREDDO e PIOGGIA

L’anticiclone africano sta per mollare (finalmente) la presa sulle nostre regioni, lasciando spazio a un clima più consono al periodo. Abbiamo trascorso tre settimane di tempo estivo, temperature di 8-10 gradi sopra la media trentennale, siamo passati dall’ottobre più caldo di sempre a una festività del 1° novembre con valori record vicini ai 30°c e spiagge prese d’assalto come se fosse il ponte del 2 giugno. Il pazzo autunno estivo ci farà compagnia fino a giovedì e prima parte di venerdì, quando ancora si toccheranno punte di 25°c tra foggiano, barese e arco jonico. Foschie e banchi di nebbia durante la notte e al mattino presto.

Dunque altre 36 ore di caldo anomalo, poi dal pomeriggio del 4 novembre si noteranno gli effetti della profonda perturbazione nord-atlantica in ingresso sul mar Tirreno, che determinerà un marcato peggioramento del tempo con piogge e temporali accompagnati da forti raffiche di libeccio. Sarà il classico pre-frontale in scorrimento da nord a sud delle due regioni, successivamente si formerà il minimo di bassa pressione che convoglierà altra nuvolosità e aria fredda sui nostri territori.

Possiamo affermare che dalla tarda serata di venerdì saremo in pieno autunno: calo termico di 10 gradi, cieli grigi e maltempo che continuerà anche nella giornata di sabato. Le piogge si concentreranno specialmente sulle zone interne della Puglia centro-settentrionale e in Basilicata, mentre lungo le coste adriatiche la nuvolosità sarà meno compatta con brevi spazi di sereno. Man mano che la perturbazione traslerà verso est saranno coinvolti tutti gli altri settori. Non avremo solo pioggia e vento, cadrà la prima neve sull’Appennino lucano oltre i 1500 metri.

La calura africana sarà già un lontano ricordo, spazzata definitivamente dal vortice depressionario posizionato sullo Jonio che contribuirà ad abbassare ulteriormente le temperature, portandole su valori quasi invernali intorno ai 9-12°c durante la sera/notte di sabato e prime ore di domenica.

Giornata festiva del 6 novembre che si preannuncia particolarmente fredda e ventilata a causa del rinforzo delle correnti di maestrale, e dove insisterà della residua nuvolosità con occasionali precipitazioni fino al pomeriggio. A stento si raggiungeranno i 12-15°c di massima sulle zone collinari e appenniniche, poi lento miglioramento atmosferico a partire dalla serata quando la perturbazione si allontanerà verso levante.

In conclusione, possiamo dire senza esagerare che nel giro di poche ore passeremo dal clima estivo ai primi rigori freddi invernali: via magliette a maniche corte e fuori giubbotti e sciarpe. E dopo un mese di siccità, si rivedranno le piogge.

La Redazione