Beautè Altamura
mercoledì 17 Aprile 2024

Ponte di Ferragosto all’insegna dell’estate mediterranea

Alla vigilia del lungo ponte di Ferragosto, quello dal classico bollino nero sulle strade, il meteo sull’Italia vedrà una situazione generale di bel tempo da nord a sud, salvo locale instabilità sulla catena alpina. E soprattutto senza ondate di caldo africano, temperature torride e cappa di afa. Insomma, ci attende un periodo old style lontano dagli eccessi climatici, quell’estate mediterranea anni ’90 piacevole sia al mattino che durante le ore serali.

Il merito è dell’anticiclone delle Azzorre disteso lungo l’Italia che garantisce mattinate soleggiate, veloci annuvolamenti pomeridiani e temperature in linea con la media del periodo, grazie anche ad una costante ventilazione settentrionale. Anticiclone che lascia scoperto il sud-est italico alle infiltrazioni aria fresca balcanica, e dunque su Puglia e Basilicata avremo un caldo ancora più contenuto.

Fino a lunedì 14 agosto sul comparto appulo-lucano le giornate saranno un copia/incolla, ossia sole al mattino col passaggio di sporadiche velature, pomeriggi all’insegna dei cieli azzurri sulle coste, qualche nuvoletta nell’entroterra e un caldo mai eccessivo, con temperature massime comprese tra 28 e 33°c. Il protagonista di questa lunga parentesi di estate mediterranea sarà il vento settentrionale, che si alternerà tra maestrale e tramontana. Vien da sè che il mare Adriatico risulterà più mosso rispetto allo Jonio sottovento. E la sera spazio a un clima molto gradevole, in assenza di afa ed elevata umidità, si scenderà fino ai 20-23°c dopo il tramonto per poi raggiungere 16-18°c all’alba sulle zone periferiche e in aperta campagna.

Da Ferragosto e per tutto il prosieguo della prossima settimana (15-20 agosto), i modelli indicano un rialzo delle temperature di qualche grado a causa di un rinforzo del campo di alta pressione. Nulla di eclatante, continueranno le belle giornate e il caldo moderato, saranno possibili locali disturbi pomeridiani accompagnati da qualche rovescio. Una leggera attenuazione del vento da nord determinerà un aumento termico con picchi di 35°c sul Tavoliere ed arco jonico.

La Redazione