Beautè Altamura
lunedì 3 Ottobre 2022

CALDO e AFA nemici dello sport

Con l’arrivo della seconda ondata di caldo africano, è in agguato il pericolo dei colpi di calore per sportivi e non, esposti al sole nelle ore centrali della giornata.

I sintomi più comuni sono: cefalea, nausea e vomito, tachicardia, sudorazione, febbre anche oltre i 40 gradi, vertigini e rossore. Soccorrere il malcapitato con impacchi freddi alle ascelle, inguini, testa e collo, far bere acqua a temperatura ambiente e metterlo in sicurezza in luogo fresco e ventilato. Condurlo in ospedale per opportuna reintegrazione idroelettrolitica.

Se è vero che lo sport non conosce stagioni a livello agonistico, tant’è che le Olimpiadi e i Campionati di atletica leggera spesso si disputano in estate, per gli sportivi amatoriali è sconsigliato la pratica delle discipline nelle ore calde della giornata, in condizioni meteo avverse caratterizzate da afa, umidità elevata, forte soleggiamento e scarsa ventilazione.

Non manchino mai borracce di acqua e integratori salini, frutta e creme solari di protezione ai raggi UVA e UVB o escogitare percorsi con stazioni di ristoro provvisti di fontane per bere ed effettuare impacchi freschi.

A cura di Giovanni Incampo – cardiologo