Lom.Auto Altamura
sabato 3 Dicembre 2022

Facciamo scorte di VITAMINE con “l’occhio di bue”

Con l’avvio dell’autunno astronomico vien voglia di riassaporare i piatti semplici ma allo stesso tempo sostanziosi della nostra cucina tradizionale. Prodotti genuini, coltivati o allevati con cura ed attenzione, materie prime di qualità di cui la Puglia e la Basilicata si possono vantare.

Possiamo definire l’autunno come la stagione più magica dell’anno, un suggestivo periodo di mutazione di luci e colori, il caldo torrido ormai è un ricordo e vien più facile stare ai fornelli cimentandosi in ricette gustose come quella dell’uovo ad occhio di bue.

Ottimo piatto lucano multivitaminico da servire in ogni stagione ad elevato tenore organolettico: doppio uovo ad occhio di bue con peperoni cruschi o pomodori secchi a scelta. Un tricolore bianco, giallo e rosso con un mix di nutrienti di alta qualità.

Grassi, proteine, vitamine idro e liposolubili. Vitamina C del pomodoro o peperone unitamente al licopene e minerali, più le vitamine liposolubili dell’uovo (la D il colecalciferolo e la A il Beta carotene). Immancabile il pane di Altamura (di semola rimacinata di grano duro) a basso indice glicemico e alta digeribilità a completare l’ottimo piatto semplice e gustoso. Il tutto accompagnato da un bicchiere di vino rosso ricco di antiossidanti, come il resveratrolo e altri polifenoli, con nota azione preventiva su infarto e ictus.

A cura di Giovanni Incampo – cardiologo