Lom.Auto Altamura
giovedì 9 Febbraio 2023

Squisitezze murgiane: i CARDONCELLI

Dopo le abbondanti piogge di novembre e di questa prima parte di dicembre, la Murgia appulo-lucana è profumata da erbe selvatiche. E tra queste erbe c’è una pianta spontanea che si presenta principalmente in autunno e primavera tra la pietraia murgiana: il cardoncello, “u cardungidd”.

Una pianta spinosa da scostare si direbbe. Invece è lì per invitarci a raccoglierla, proprio nei primi giorni della sua crescita, tenera. Bisogna pulirla dalle spine del cardo selvatico e utilizzarla in cucina per gustosissime ricette cosiddette della tradizione contadina.

È una fonte di vitamine del gruppo B e C, protegge le funzioni del fegato, lo depura da scorie e tossine, favorisce la funzionalità epatica. Ricco di fibre, a questo alimento vengono riconosciute, inoltre, alcune proprietà decongestionanti.

Insomma il cardoncello selvatico è fortemente raccomandato dai nostri nonni per una sana alimentazione. È indicato tra i piatti prelibati della domenica: con l’agnello è un secondo piatto “alla grande” per gli ospiti buongustai, dal sapore molto delicato.

La Redazione