Beautè Altamura
lunedì 15 Aprile 2024

More, mandorle e fichi…un sogno di mezza estate

Le campagne tra Puglia e Basilicata, ingiallite dal sole rovente di luglio e dalla ristoccia post-mietitura, in questo inizio d’agosto sono circondate da alberi di mandorle e fichi dai frutti abbondanti grazie anche alle copiose piogge. More, mandorle e fichi, il trittico di un sogno di mezza estate per dirla con Shakespeare. Per lasciare il posto alla terza parte finale della stagione ai fichi d’india.

Le mandorle fresche, consumate dopo assolate giornate in attività, corroborano per il contenuto in fibre, acqua e vitamina E, tocoferolo antiossidante e crocevia metabolico di importanza vitale. Ottimo il contenuto anche di potassio e magnesio.

Le more, ricche di antociani come tutti i frutti rossi, combattono l’azione lesiva dei raggi UVA e UVB difendendo la cute e le mucose. I fichi, edulcoranti naturali presso gli antichi romani, contengono zuccheri buoni, fibre, potassio, magnesio, ferro, calcio, vitamina antiossidanti, B1, B2 e C, acqua per il ripristino dell’equilibrio idro-glico-minerale nelle fatiche estive. Favoriscono il transito intestinale e proteggono la salute cardiovascolare con azione antiipertensiva.

A cura di Giovanni Incampo – cardiologo