Beautè Altamura
giovedì 29 Febbraio 2024

Verdura e frutta esotica, prevenzione e gusto a tavola

La stagione fredda è arrivata (anche se non sembra) e i mesi invernali sono caratterizzati da una grande produzione di verdura. Cime di rape, cavolfiore, senape selvatica (oggi coltivata) veri toccasana con l’apporto di indolo tre carbinolo e sulforafano ad azione antiossidante, fibre, vitamine, sali minerali.

Aiutano l’organismo a disintossicarsi e a depurarsi. Contengono calcio, fosforo e potassio in quantità (ma anche magnesio e ferro), vitamine C, A e B2. Gustose le preparazioni: lesse con olio crudo e limone, stufate, con la pasta, fagioli, acciughe o cozze, con mollica fritta nella tradizione barese.

Due/tre piatti di verdura alla settimana sono consigliati in una dieta equilibrata anche per l’apporto di folati che combattono gli stati anemici, l’astenia e proteggono gli stati di gravidanza. Notevole l’importanza delle verdure nella prevenzione oncologica e nella normalizzazione del tasso dei lipidi nel sangue. Ottimi i minestroni con l’aggiunta di patate e carote che forniscono vit A, vit C, vit E, zinco, selenio, potassio, magnesio e amidi dal potere nutriente d’inverno sulle nostre tavole.

Infine chiudiamo le festività natalizie con un trionfo di frutta esotica sulle nostre tavole, ricche di proprietà salutari e depurative: dall’avocado, all’ananas, al frutto della passione, al fejoia, alla papaya, il mango, ai più popolari banana e kiwi.

Grassi insaturi dell’avocado, vit C, gruppo B utili per il metabolismo, antiossidanti e polifenoli per gli altri frutti, alla bromelina e il chitosano per l’effetto dimagrante dell’ananas. Anti radicali liberi e gusto a volontà per il palato, un quadro multicolor sulle nostre tovaglie tra calici di vino e spumante.

A cura del dott. Giovanni Incampo – cardiologo